G. Doninzetti, 71 - S.Sisto, Perugia

Tel.

 E-mail

  • Facebook Social Icon

Via

Via dei Montefeltro, 1/F  Sansepolcro

I Massaggi

Di seguito troverete alcune informazioni riguardo i massaggi che pratichiamo. 

Sono indicazioni di massima, per darvi un idea, ma saremo felici di incontrarVi, per capire insieme quali sono i massaggi che possono essere più utili per Voi! 

Massaggio Svedese

Il massaggio svedese è un massaggio classico occidentale, in Europa è il massaggio tradizionale standard, così chiamato soprattutto nei paesi di lingua ingleselingua olandese, ed in Ungheria. Altrove (compresa la Svezia) viene solitamente identificato come massaggio classico. La denominazione di Massaggio Svedese è dovuta al medico e fisioterapista svedese Pehr Henrik Ling (1776-1839) a cui si attribuisce la prima sistematizzazione delle tecniche di massaggio all'interno di un metodo, definendo indicazioni, controindicazioni, nomenclature, manualità e norme deontologiche. Nel 1813 a Stoccolma fondò l'Istituto Ling di Ginnastica Moderna. Partendo dai metodi di Ling, che vennero diffusi in Europa dai suoi allievi, l'ortopedico tedesco Albert Hoffa ed il medico olandese Johan Georg Mezger svilupparono le tecniche di massaggio classico e manipolazione usate ancora oggi.

Generalmente viene eseguito su tutto il corpo, ma avendo manovre abbastanza libere fra loro e sequenze non rigide, può essere eseguito anche solo su singole parti.

È considerato decontratturante, rilassante, tonificante e drenante.

Agisce anche sul circolo emolinfatico ed è utile nella prevenzione di adipe e cellulite.

Si esegue con olio di mandorle dolci su lettino ed ha una durata di circa un ora

Massaggio Muscolare

 

é facile intuire che il massaggio muscolare, a differenza di quello rilassante, lavora più in profondità nella muscolatura.

è sempre eseguito con oli, noi utilizziamo oli differenti per schiena e gambe, in quanto la schiena è percorsa da vari strati di muscoli e un olio più denso, come quello di RICINO, assieme ad oli essenziali specifici, aiuta a distendere meglio le tensioni di questa zona del corpo.

l'obiettivo del massaggio muscolare è raggiungere un rilassamento muscolare, più fisico che nel massaggio rilassante infatti, 

in modo diverso, si ottengo comunque gli stessi risultati; è importante dire che questo tipo di massaggio, più vigoroso, è stimolante per la muscolatura, che viene distesa ed allungata.

Consigliato a chi fa sport, lavori pesanti, o comunque ha la sensazione di avere la muscolatura rigida.

Massaggio Muscolare
Massaggio Svedese

Massaggio Rilassante


Il massaggio rilassante è caratterizzato dall’essere eseguito con movimenti lenti e avvolgenti che esercitano leggere pressioni , ma comunque sempre ritmiche e fluide su varie zone del corpo.

Il massaggio rilassante serve a tutte quelle persone che sono vittime dello stress e dell’ansia, fenomeni molto diffusi che si ripercuotono negativamente non solo sulla mente ma anche sul corpo.


Il massaggio rilassante, quando eseguito correttamente, con l’aiuto di olio di mandorle dolci aromatizzato con oli essenziali che favoriscono il relax, aiuta a lenire il senso di fatica, favorire la circolazione, eliminare lo stress; è indicato per contrastare l'insonnia.

In questo tipo di massaggio è molto importante il rapporto tra chi esegue il massaggio e chi lo riceve: chi lo esegue deve essere a sua volta libero da stress o pensieri negativi ed essere ben disposto verso che deve ricevere il massaggio.

In questo modo che si sottoporrà al messaggio rilassante avrà un sentimento di fiducia e potrà più facilmente predisporre il proprio spirito e il proprio corpo alla distensione.

I movimenti lenti e profondi del massaggio rilassante aiutano a stimolare l’energia nei vari punti del corpo, attivano la circolazione sanguigna e linfatica inducendo a ridurre le tensioni accumulate nei vari punti. In questa maniera si rinforza il sistema immunitario e si riattivano le funzioni dei vari organi vitali.

Massaggio Decontratturante

Sfatiamo un mito: il massaggio decontratturante non necessariamente è doloroso!

Sicuramente è un massaggio profondo, ancora più del muscolare, ma non è vero che " più fa male ...... più fa bene!"

ci sono alcuni casi che richiedono le maniere forti, spesso per questioni di tempistica (atleti e persone che a causa del proprio lavoro spremono la muscolatura al 110%) ma nella maggior parte dei casi, le contratture muscolari si sciolgono con trattamenti non troppo invasivi.

Chiariamo però di cosa parliamo, cosa è una contrattura?

"La contrattura è un prestiramento del muscolo con successivo indurimento che avviene in genere perché l'azione meccanica del muscolo è sfuggita al controllo del Sistema nervoso centrale (SNC). Quando si fa un movimento non programmato il muscolo meccanicamente risponde ma si indurisce, il neurone non trasmette e le fibre si tirano o si torcono.

È la meno grave tra le lesioni muscolari acute, in quanto non si ha lesione delle fibre muscolari." (da Wikipedia)

Quello che Wiki non ci dice è che le contratture non si risolvono mai da sole.

Restano latenti fino a che non si interviene con un massaggio specifico.

Massaggio Maori®

Non potrei trovare miglior spiegazione che quella che dà la scuola di massaggi DIABASI detentrice del marchio Massaggio Maori®; a fianco la spiegazione direttamente dal Maestro Duilio La Tegola.

Effetti del Massaggio Maori®: IL MASSAGGIO SPORTIVO DEL FUTURO!

Questa innovativa tecnica di massaggio permette:

  • riduzione delle tensioni muscolari;

  • diminuzione dei livelli plasmatici di cortisolo e serotonina con conseguente riduzione dello stato d’ansia e miglioramento dell’umore; a tale diminuzione si associa un aumento delle endorfine circolanti con conseguente inibizione della sensazione dolorifica;

  • riduzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa;

  • stimolazione della microcircolazione locale;

  • effetto drenante abbinato ad accelerata rimozione dell’acido lattico e delle scorie metaboliche prodotte durante l’attività sportiva;

  • decongestionamento e rilassamento dei i tessuti, abbinato ad accelerata guarigione dalle contratture muscolari

  •  prevenzione degli infortuni;

  • preparazione muscolare all’attività fisica.;

  • Migliora la funzionalità del sistema circolatorio;

  • Riduce la cellulite ed accresce il tono e lucentezza cutanea.

La metodologia del Massaggio Maori® sia strumentale che manuale, consente di agire con un’azione ottimale sui  vari tessuti organici che compongono il nostro corpo, in particolare la pelle, la fascia, i muscoli. L’obiettivo principale del Massaggio Maori® è ridurre al minimo lo sforzo praticato dall’operatore/trice durante la seduta, in quanto il Massaggio Maori® è trattamento con azione decontratturante profonda e con possenti stiramenti miofasciali, palesemente faticosi se eseguiti con le sole mani; di ottenere i maggiori risultati possibili in termini di benefici sia a livello estetico che massoterapico.

Utilizzo delle Sfere nel Massaggio Maori

 

Lo specifico trattamento di questi punti ed il relativo lavoro, attraverso l’azione ischemica e profonda praticata con gli stessi strumenti del massaggio Maori, permettono all’operatore di effettuare un adeguato lavoro di rilasciamento dei tessuti molli in risposta allo specifico trattamento effettuato. Gli allievi in possesso dell’attestato della scuola Diabasi sono esclusivisti della tecnica, in quanto sono i soli ad essere certificati a praticare il trattamento dalla scuola Diabasi proprietaria del marchio.

Massaggio Decontratturante
Massaggio Rilassante

Massaggio linfodrenante

metodo Vodder

Il linfodrenaggio vodder altro non è che la prima tecnica di massaggio linfatico manuale ideata nella prima metà del ‘900 dai coniugi Vodder (Emil e Estrid); la tecnica del linfodrenaggio è rimasta grosso modo la stessa durante questi primi cento anni di vita 

occorre evidenziare come l’uso più comune del linfodrenaggio vodder sia quello in cui il massaggio è concentrato sulle gambe ed ha quindi un valore duplice, sia medico che estetico; la cellulite infatti, come abbiamo ripetuto in numerosi altri post sull’argomento, è molto più che un semplice inestetismo ma è il sintomo di una vera e propria patologia (la ritenzione idrica). Il linfodrenaggio vodder aiutando a prevenire la ritenzione idrica riduce quel fenomeno noto come pelle a buccia d’arancia.

I benefici del linfodrenaggio secondo il metodo vodder sono numerosi, alcuni sono direttamente correlati al massaggio in se, sono quindi benefici che possono essere ottenuti anche attraverso altri tipi di massaggio, altri ancora invece riguardano in maniera diretta questa particolare tecnica. L’azione di strofinamento tipica di qualsiasi massaggio (non solo del linfodrenaggio quindi) permette di esfoliare la pelle, riscalda i muscoli e quindi contribuisce ad alleviare eventuali dolori localizzati, crea una sensazione di rilassamento che si ripercuote su tutto l’organismo in termini di benessere psico-fisico; ma questi sono tutti benefici che possiamo avere con qualunque altra seduta di massaggio, riguardano invece più direttamente il linfodrenaggio vodder la possibilità di prevenire e contrastare il ristagno dei liquidi che rendono questa tecnica ideale sia per prevenire al ritenzione idrica (e quindi la cellulite) che per trattare gli edemi sia primari che secondari.

Per quanto riguarda le donne incinta il linfodrenaggio vodder può essere certamente un buon modo per prevenire la ritenzione idrica che si manifesta tipicamente durante la gravidanza, ma solitamente si sconsiglia questo tipo di trattamento durante i primi tre mesi di gestazione; dal quarto mese in poi il linfodrenaggio vodder è ampliamente usato da tantissime donne incinta, tuttavia, come sempre consigliamo in questi casi, se aspetti un bambino prima di iniziare qualunque tipo di trattamento chiedi consiglio al tuo medico di fiducia

Massaggio Linfodrenante metodo Vodder